Per diventare maestre nell’arte della fellatio (sesso orale) non servono solo passione, talento naturale e fantasia, ma sono necessari anche studio, corsi, dedizione e tanta, tanta pratica.

Una quarantina di donne della “Roma bene” dai 30 ai 50 anni si è riunita nell’accademia creata all’interno della boutique di corso vittorio Zouzou e  hanno sostenuto la tanto temuta prova orale, superandola con ottimi voti tra continue risate e applausi.

Le mogli di professionisti e imprenditori, ma anche donne single in carriera, si riuniscono ogni mese da quattro anni nell’accogliente salotto rosso pompeiano, a due passi da Piazza Navona, per saperne di più sulle nuove frontiere del sesso, ma soprattutto per divertirsi tra amiche, sdrammatizzando sul mondo maschile.

La serata sembrava più un divertente spettacolo di cabaret che una lezione tecnica su come migliorare le proprie performance sessuali. D’altraparte imparare divertendosi è da sempre considerato il miglior modo di apprendere.

Lo sanno bene le signore intervenute, clienti della sexy boutique, che considerano il sesso un qualcosa di bello, naturale e davvero divertente, soprattutto se a raccontarlo è la dissacrante poetessa e attrice comica Claudia DAngelo, che ha intrattenuto le partecipanti nella prima parte della serata, raccontando la sua prima esilarante esperienza di fellatio e sfatando alcuni luoghi comuni riguardanti il sesso orale.

Anche grazie ai cocktail rosa Cosmopolitan, reso celebre dalla serie TV cult “Sex and the city”, sembrava davvero di essere tra tante Carrie, Samantha, Charlotte e Miranda, in una delle loro serate in cui si divertono parlando di uomini e scambiandosi segreti e consigli su come farli impazzire.

Riscaldato a puntino il pubblico, Claudia D’Angelo, ha introdotto a sorpresa, proprio quattro esemplari del genere maschile dai 30 ai 50 anni, tra cui un gay, che hanno colto al balzo l’opportunità di dare finalmente dei voti alle donne sulle loro prestazioni orali, raccontate, ovviamente, e non eseguite al momento.

Moderatrice della votazione e consulente tecnica è stata la sessuologa Barbara Florenzano,dalle cui labbra pendevano tutte le partecipanti, ansiose di sapere come migliorare le loro competenze in materia, e forse, sorattutto,  come superare la solita routine con il proprio partner.

Risultato: gli uomini hanno confessato le loro preferenze nei minimi dettagli, consigliando alle donne di non reprimere il loro enorme potenziale ma di continuare sempre a sperimentare ed allenarsi, mentre le donne hanno dimostrato di saperne, come al solito, molto di più, affermando che sono loro ad avere sempre e comunque il controllo sull’uomo, specialmente durante la fellatio.

Insomma, se alle 23,30 non fosse stata conclusa la serata, sicuramente avrebbe potuto proseguire fino a notte fonda, perchè nessuno dei partecipanti, sia uomini che donne, avrebbe voluto lasciare il tempio dell’eros glamour Zouzou, continuando a divertirsi sfatando il famoso tabù del sesso orale.

Ovviamente grande soddisfazione per le 5 organizzatrici della serata, che si fanno chiamare Zouzettes, cioè Tiziana Russo (titolare boutique), Chiara Moro (Public Relation), Daniela Rizzo (Ufficio stampa), e ovviamente Claudia D’Angelo e Barbara Florenzano, alle quali Affari ha rivolto qualche domanda.

In qualità di sessuologa, ritiene utili al fine di un effettivo miglioramento della vita, queste serate?
Sicuramente si. Le partecipanti appaiono sempre più assidue e motivate, il che significa che trovano un reale miglioramento delle loro prestazioni sessuali ed in generale, sono psicologicamente appoggiate dalle altre donne che sono sulla loro stessa lunghezza d’onda.

Sappiamo che ogni mese gli argomenti cambiano. Quali sono stati i più gettonati?
Penso proprio che l’argomento più richiesto sia quello della serata cioè la fellatio, che abbiamo dovuto addirittura replicare in un mese, a causa della grande richiesta di partecipazione. Ma hanno avuto molto successo anche la serata sulla masturbazione, quella sul dirty talking (seduzione con la voce). Cerchiamo sempre di variare i temi in base alle esigenze delle partecipanti. Il prossimo incontro sarà sullo scambio di coppia e su come diventare complice del proprio partner nella trasgressione.

Invece, secondo la performer Claudia D’Angelo, che ogni lunedì conduce presso il Lettere Caffè di Trastevere una divertente serata sulla poesia, il sesso è in generale un argomento davvero potente che cambia e si trasforma a seconda del momento e da persona a persona. Sempre secondo l’attrice, il tema che nelle serate Zouzettes, ha avuto più successo è stato quello della comunicazione tra uomo e donna, da sempre al centro di mille controversie e luoghi comuni. Alla fine anche il sesso, se vogliamo, è una forma di comunicazione tra persone, come le donne partecipanti, che vengono ogni mese innanzitutto per rilassarsi e divertirsi e non per parlare male degli uomini, come alcuni pensano, anzi, i maschietti dovrebbero solo esserne grati.

Infatti, secondo voi, cosa avrà fatto ogni singola partecipante alla serata una volta tornata a casa? Ovvio che è andata a letto.

Fellatio, a Roma cè anche una specie di master

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *